Home Accade qui Scale retrattili: funzionalità, tipologie e vantaggi

Scale retrattili: funzionalità, tipologie e vantaggi

106

Nell’ottica di massima ottimizzazione degli spazi della casa, si colloca la scala retrattile, la quale permette di raggiungere aree nascoste dell’abitazione, come il sottotetto e le mansarde. Molto indicata negli ambienti con soffitti alti e dove la pendenza del tetto consente di ricavare ulteriori vani, questa tipologia di scala è la soluzione ideale perché non toglie spazio come i modelli tradizionali ed è molto funzionale.

Perché scegliere una scala retrattile

Grazie all’utilizzo di una scala retrattile, si possono creare ambienti accessori nella propria abitazione, da adibire a soffitta per esempio, estremamente utili per riporre scatoloni, mobili, libri e in genere tutti quegli oggetti che utilizziamo di rado. Può accadere, infatti, che questi vani non possano essere raggiunti da una scala normale per motivi di spazio o per una particolare conformità della casa, ecco che allora la scala retrattile ne rappresenta una valida alternativa.
Anche se apparentemente esili, le scale retrattili sono invece molto robuste e sicure, permettendo di salire e scendere con facilità senza dover fare movimenti bruschi e pericolosi. Anche il montaggio è di facile esecuzione, in quanto basterà realizzare una botola sulla superficie calpestabile, in modo da creare un vano per il fissaggio della scala. Nella maggior parte dei casi, come nei modelli distribuiti da Fontanotshop, essa viene venduta già assemblata nel cassonetto, in modo da consentire un’istallazione molto rapida. Così facendo, si potrà sfruttare tutta la superficie utile della stanza e salvare molto spazio all’interno dell’abitazione: una volta infatti chiusa la botola, la scala si piegherà su se stessa andando a scomparire del tutto. In questo modo, la stanza sottostante potrà essere sfruttata in tutta la sua grandezza, senza essere limitati dall’ingombro di una scala tradizionale, e per questo motivo, soprattutto se si tratta di piccole abitazioni, saremo in grado di guadagnare molto spazio.

Struttura e funzionamento delle scale retrattili

Questa tipologia di scala è normalmente realizzata in alluminio pressofuso oppure in acciaio stampato, con leve e gradini in lamiera. Per facilitare la salita e la discesa, essa può disporre di uno o due corrimani telescopici, oltre ai due maniglioni di sbarco nella parte superiore. Le scale retrattili, come quelle tradizionali, sono altamente personalizzabili, e vanno dai modelli più semplici fino a quelli più sofisticati ed esteticamente più gradevoli. In quest’ottica, i gradini possono essere rivestiti con della moquette oppure realizzati in legno e, per renderli ancora più sicuri e stabili, vi si possono applicare sopra delle strisce anti-scivolo. Anche per quanto riguarda la struttura della scala vera e propria si può scegliere tra varie forme e design, da quella a forbice fino a quella a fisarmonica.
Normalmente queste scale sono dotate di un cassonetto in acciaio dallo spessore trascurabile, apribile tramite una serratura con cricchetto. Per rispondere alle varie esigenze, il pannello può anche essere insonorizzato o minuto di isolante termico.
In genere, per quanto riguarda l’ingombro della botola, si parte da un minimo di 80x50cm per le botole più piccole, fino a raggiungere i 110x70cm per l’istallazione di scale più ampie.

Scale retrattili manuali

Le scale retrattili si suddividono in due grandi famiglie: quelle manuali e quelle motorizzate. Le prime sono chiaramente di più facile realizzazione e per questo anche molto più economiche, in quanto si basano su un’apertura mediante bastone apri-scala, generalmente in dotazione. Basterà esercitare un po’ di forza per aprire la botola e automaticamente la scala si snoderà fino a raggiungere il pavimento, dove si stabilizzerà completamente, grazie anche alla presenza di piedini di materiale plastico, i quali garantiscono una perfetta aderenza. Questo metodo, oltre a rappresentare l’alternativa più economica, ha il grande vantaggio di consentire una maggiore stabilità della scala e soprattutto una considerevole durata del prodotto. Oltre a garantire un maggiore risparmio rispetto a quelle motorizzate, le scale manuali necessitano anche di una manodopera minore, in quanto è quasi improbabile che si inceppino o che si danneggino. Prendendo anche in considerazione gli svantaggi di questa tipologia, si può affermare che questo tipo di scala richiede una certa dimestichezza e maneggevolezza, per questo motivo essa è meno indicata in presenza di persone anziane o con capacità motorie limitate. Anche se minima, infatti, la forza da esercitare per aprire la botola, può in certi casi rappresentare un ostacolo, quindi sarà sempre meglio valutare bene questo aspetto, in base alle proprie esigenze.

Scale retrattili motorizzate

La tipologia di scala con motore, si apre invece attraverso l’ausilio di un telecomando in dotazione. Si tratta questo di un modello senz’altro più sofisticato e comodo, in quanto chiaramente qui basterà solo un dito per far aprire e chiudere l’apparecchio. Questo modello di scala retrattile è generalmente dotato di un motore di 230v, montato solitamente all’interno del pannello, tranne nel caso di botole molto piccole, le quali necessitano di una centralina elettrica esterna. Il vantaggio di una scala retrattile motorizzata è che essa può essere sempre aperta manualmente tramite bastone apri-scala, in modo da permettere di raggiungere il vano superiore anche in caso di mancanza di corrente. Sicuramente questo modello è caratterizzato da un costo molto più considerevole rispetto a quello manuale, che tuttavia può essere giustificato dalla grande comodità che esso garantisce. Per la propria sicurezza, si consiglia sempre di verificare inoltre che la scala sia conforme alle normative vigenti, questa sarà infatti una delle principali garanzie di qualità del prodotto.

Altre tipologie di scale retrattili

Può capitare alle volte che una particolare conformità della casa non permetta di creare una botola sul soffitto e, di conseguenza, di costruirci una scala retrattile. Questo succede quando le esigenze di progettazione prevedono una salita attraverso un varco nel muro invece che nel solaio orizzontale. Ecco che allora si necessiterà di installare una scala sí retrattile ma caratterizzata da un sistema di scomparsa a parete. Basterà in questo caso realizzare la botola sulla parete verticale invece che nel soffitto, per il resto il funzionamento e la struttura della scala retrattile rimane identico a quello tradizionale.
Tra le varie varianti di scala retrattile per interno, vi sono dei modelli costituiti di un materiale particolare, ideato appositamente per resistere al fuoco. Si parla in questo caso di scale retrattili ignifughe, le quali impediscono la penetrazione del fumo e del fuoco sia dalla parte del vano che da quella del solaio.

Condividi