Home Accade qui I risultati delle PMI a Padova e nel Veneto: facciamo il punto...

I risultati delle PMI a Padova e nel Veneto: facciamo il punto del 2017

46

Piccole e Medie imprese continuano ad essere uno dei punti di forza di tutto il nostro territorio, in quanto costituiscono un po’ la “spina dorsale” dell’economia italiana.

Sembra che le PMI nel Veneto si stiano distinguendo sicuramente per la propria redditività, con risultati che sbaragliano spesso quelli che vengono ottenuti da imprese simili in altre Regioni, ma proprio allo scopo di consentire un aumento di queste realtà, e anche con l’obiettivo di farle aggregare a livello territoriale, sono stati spesso previsti incentivi e finanziamenti per le piccole e medie imprese.

I finanziamenti per le PMI nel Veneto

Proprio nel 2017 sono stati previsti bandi per il finanziamento delle PMI a Padova e nel resto del Veneto.
In particolare, la Regione ha dato vita a linee finanziarie che hanno potuto essere attivate grazie ai fondi POR FESR del periodo 2014-2020.

Nello specifico la Giunta ha approvato un bando, che era coperto da 12 milioni di euro, per incentivare le imprese piccole e di medie dimensioni allo scopo di arrivare ad un contenimento relativo alla spesa energetica, e riferito anche all’inquinamento e alle emissioni prodotte.
Quindi, uno dei primi obiettivi era sicuramente quello di orientare le PMI verso le fonti di energia di tipo rinnovabile.

Tuttavia, la Regione non si è fermata qui, in quanto ha stanziato, con un secondo bando, 10,5 milioni di euro per andare a selezionare diversi progetti di ricerca e di sviluppo.

Ben 7 milioni di euro sono stati messi a disposizione per sostenere le attività di collaborazione, sempre per lo sviluppo delle tecnologie sostenibili, mentre altri 3,5 milioni sono stati stanziati allo scopo di far riposizionare a livello competitivo i sistemi imprenditoriali a livello distrettuale, e anche per incentivare tutti gli investimenti che potessero riguardare i processi di innovazione. In questo modo, si voleva arrivare ad elevare sempre di più il contenuto tecnologico dei prodotti realizzati e anche dei cicli di produzione.

Insomma, la Regione ha sicuramente capito quanto siano importanti le PMI in Veneto e quanto l’iniziativa imprenditoriale sia da sostenere, soprattutto in tempi come questi.

Le PMI e i giovani: l’importanza della formazione

Proprio allo scopo di superare le incertezze legate alla mancanza di un lavoro dipendente sempre più giovani decidono di aprire una loro azienda e di dedicarsi, con un alto spirito imprenditoriale, alle proprie passioni.
Per poter gestire al meglio un’attività non ci si potrà improvvisare, e sarà sempre necessario avere tutti gli strumenti per non lasciarsi prendere dallo sconforto anche nei momenti più difficili.

Questi possono essere dati da una laurea, come quella offerta dal corso di laurea in economia di Unicusano che consente anche a chi sia già un lavoratore di ottenere un nuovo titolo di studio frequentando le lezioni a distanza e avendo la possibilità di acquisire un’istruzione senza dover sacrificare il tempo.

In questo modo, i ragazzi che avessero intrapreso un’altra strada, e gli adulti che si ritrovino magari a dover abbandonare un posto di lavoro, potranno avere in mano nuovi strumenti per far ripartire il proprio futuro.

Condividi