PINK FLOYD a sorpresa pubblicano canzone per l’Ucraina

Tutto è stato deciso in tempi brevi, e venerdì 8 aprile i PINK FLOYD hanno pubblicato a sorpresa la canzone “HEY HEY RISE UP” la prima insieme dopo 28 anni.
La canzone vede la collaborazione di DAVID GILMOUR e NICK MASON con il bassista GUY PRATT, NITIN SAWHNEY alle tastiere, con una performance vocale straordinaria di ANDRIY KHLYVNYUK della band ucraina BOOMBOX.
Registrata mercoledì 30 marzo, la canzone utilizza la voce di ANDRIY estrapolata dal suo post Instagram che lo immortala mentre canta in Sofiyskaya Square a Kiev.
In realtà si tratta di “Oh, The Red Viburnum In The Meadow” una canzone tradizionale ucraina di protesta, scritta durante la prima guerra mondiale e che si è diffuso in tutto il mondo durante lo scorso mese in protesa all’invasione dell’Ucraina. Il titolo del brano dei PINK FLOYD deriva dall’ultima frase del brano che si traduce con “HEY, HEY, RISE UP AND REJOICE”.
GILMOUR, che ha nuora e nipoti ucraini, afferma: “Noi, come molti altri, stiamo provando la rabbia e la frustrazione per questo vile atto in cui un pacifico e democratico Paese indipendente viene invaso e la propria gente uccisa da uno dei più grandi poteri del mondo”.
Parlando delle sue speranze per la canzone GILMOUR afferma “Spero che riceva vasto supporto e visibilità. Vogliamo raccogliere fondi per beneficienza e alzare il morale. Vogliamo mostrare il nostro supporto per l’Ucraina e in questo modo dimostrare che gran parte del mondo pensa che sia totalmente sbagliato per un superpotere invadere il Paese democratico indipendente che l’Ucraina è diventata”.