2010 – I mondiali di calcio e SHAKIRA canta l’inno ufficiale WAKA WAKA

Da inizio agosto fino ad oggi, ci eravamo ripromessi di fare un bel viaggio nella storia della musica, attraverso le canzoni che sono state i tormentoni delle nostre estati, dagli anni ’80 fino al 2010.
Possiamo dire che la missione è riuscita, tra un Vamos a la Playa, una Lambada ed un giro in 50 Special, sono riaffiorati i ricordi di quelle estati trascorse in famiglia, con gli amici, assieme ad un nuovo amore, a vedere l’alba in riva al mare o intorno ad un falò in montagna.
Insomma un collage di ricordi grazie alla musica che è la colonna sonora della nostra vita e senza la quale tante emozioni non avrebbero voce.

A chiudere il mese estivo per eccellenza c’è il tormentone dell’estate del 2010, WAKA WAKA cantata da SHAKIRA.
La canzone diventata una hit mondiale è stata l’inno ufficiale dei Mondiali di Calcio del 2010 in Sudafrica.
La nostra nazionale purtroppo tornò a casa con le pive nel sacco, ma in compenso l’inno ufficiale di quel mondiale fu azzeccatissimo.
SHAKIRA, volle rispettare le tradizioni locali, per questo scrisse WAKA WAKA, basandosi su una canzone camerunese del gruppo Golden Sounds, di cui riprese quasi interamente il ritornello ed utilizzando strumenti Afro-Colombiani con chitarre sudafricane.
Il risultato lo conosciamo tutti un inno gioioso e vitale come furono quei mondiali di calcio in Sudafrica, anche se oltre alla WAKA WAKA nella noStra memoria musicale, dobbiamo aggiungere il suono delle VUVUZELA, le tipiche trombette locali, che riuscivano a sovrastare perfino il tifo del pubblico.