Home Accade qui Ingegnere civile: chi è e di cosa si occupa

Ingegnere civile: chi è e di cosa si occupa

48

L’ingegnere civile è una figura professionale specializzata che si occupa della realizzazione di opere civili pubbliche e private e di infrastrutture strategiche per il paese come strade, ponti, ferrovie, porti, gallerie, aeroporti. Il suo ruolo è importante sia nella costruzione di nuove opere, seguendone tutte le fasi realizzative, sia nella manutenzione e nella ristrutturazione di opere già esistenti.

Chi è
Per diventare ingegnere civile bisogna seguire un percorso formativo universitario, che consente di acquisire competenze specifiche nella progettazione di opere strutturali, nella gestione del team esecutivo e nella capacità di collaborazione quando si tratta di affrontare progetti di manutenzione. La laurea in ingegneria civile ha un curriculum abbastanza ampio e si può conseguire anche solo il titolo triennale per avere la possibilità di eseguire progetti in ambito civile e privato. Gli insegnamenti principali per ottenere un’ottima preparazione di base sono: scienza e tecnica delle costruzioni, geotecnica, idraulica, ingegneria dei trasporti, topografia.

Cosa Fa
L’ingegnere civile innanzitutto elabora disegni e progetti di costruzione, facendo rilevazioni di dati statistici al fine di eseguire correttamente calcoli strutturali e studi di fattibilità che gli consentono di elaborare un preventivo contenente tempi e costi. Ciascun progetto deve seguire delle specifiche regole nel settore delle costruzioni, attenendosi ai vincoli paesaggistici e al rispetto dell’impatto ambientale. La sua figura quindi è inizialmente votata all’analisi e all’elaborazione dei dati, che si trasformano poi in progetti reali.
In una seconda fase l’ingegnere civile segue direttamente i lavori in cantiere e dialoga con chi si occupa dell’esecuzione, verificando che tutto si svolga in maniera conforme al progetto concordato. Esegue infine perizie tecniche e contabilità dei lavori per partecipare alle gare d’appalto. Come già anticipato, può anche occuparsi di opere già esistenti, intervenendo nella manutenzione ordinaria e straordinaria o nei lavori di ristrutturazione. In questo caso effettua analisi sullo stato di conservazione ed individua le migliori soluzioni per rendere sicura ed efficiente la struttura in oggetto.


Sbocchi Lavorativi
L’ingegnere civile lavora principalmente nelle imprese edili e nelle società di costruzioni che si occupano di manutenzione delle strade, progettazione di lavori in campo civile e privato e che offrono servizi di consulenza. Lavora quindi principalmente con un team di persone, supervisionando i lavori in ogni fase di esecuzione e confermando le procedure che di volta in volta si eseguono.
Ci possono però essere anche offerte di lavoro nel settore pubblico, lavorando ad esempio negli enti locali della Pubblica Amministrazione e negli uffici tecnici preposti alla progettazione e pianificazione territoriale ed urbanistica. In questo caso l’ingegnere civile lavora alla parte documentale redigendo gare d’appalto, controlla gli enti che collaborano con le istituzioni pubbliche affinché eseguano i lavori rispettando ogni norma prevista dalle leggi e supervisiona l’esecuzione dei lavori.
Può infine lavorare in maniera indipendente come professionista e collaborare con altre aziende fornendo consulenze ed eseguendo progetti in maniera autonoma. Quest’ultima opzione negli ultimi anni sta prendendo piede, perché offre la possibilità al professionista di scegliere con chi collaborare e lavorare in maniera indipendente. Può quindi crearsi un background in materia edilizia e specializzarsi in particolari tipologie di strutture divenendo un punto di riferimento per il proprio settore.

Condividi