Home Accade qui Il mercato dell’auto europeo vola ad agosto, +31,2% grazie alla nuova normativa...

Il mercato dell’auto europeo vola ad agosto, +31,2% grazie alla nuova normativa WLTP

26

Dati record quelli registrati nei 28 paesi dell’UE ad agosto 2018 per quello che riguarda il mercato dell’automobile. Le nuove immatricolazioni sono state 1.134.288, cifra che fa segnare un’autentica impennata del 31,2% rispetto allo stesso periodo del 2017. Aumento a doppia cifra che segue a quello fatto registrare nel corso del mese di luglio (10,5%), numeri che portano il bilancio da inizio anno a una crescita del 6,2%.

La spinta al settore arriva da un fattore sicuramente particolare, quello concernente l’entrata in vigore, dal primo di settembre, della nuova normativa WLTP che introduce nuovi limiti e riferimenti per quanto riguarda le emissioni inquinanti dei veicoli. Dal primo di settembre è possibile immatricolare solo automobili che sono omologate con la normativa Euro 6d-temp, che prevede l’effettuazione di test WLTP più severi. Questo cambiamento delle normative d’immatricolazione ha determinato che la maggior parte delle case automobilistiche ha dovuto smaltire, entro agosto, la giacenza di vetture che non erano conformi alla nuova direttiva.

La necessità di vendere queste automobili entro il 31 agosto ha portato le case a mettere in commercio le vetture con forti sconti sui listini di vendita o attraverso la formula del km zero. Questo ha portato a incrementi nelle vendite in tutti i paesi UE, con la percentuale di crescita più alta registrata in Romania (+112,9%), mentre l’Italia si è fermata “solo” al 9,5%, incremento tra i più piccoli registrati in Europa.

Per raggiungere questi importanti dati di immatricolazioni ad agosto, le case automobilistiche hanno messo sul mercato molte auto a km 0, una tipologia di veicolo sempre più scelta dai clienti e con cui è possibile avere un mezzo praticamente nuovo ma a un prezzo decisamente più basso. Il piacere di un’automobile nuova al prezzo di un usato, modelli immatricolati da pochi mesi e con pochissimi chilometri come quelli commercializzati da Brumbrum, che propone auto convenienti, mai appartenute a soggetti privati, ricche di dotazioni e accessori già prestabiliti e che offrono un notevole risparmio sul prezzo finale di acquisto.

I dati di vendita delle singole case automobilistiche lasciano capire quale di esse abbiano fatto un ampio ricorso alle immatricolazioni di convenienza e quelle che l’hanno fatto meno o per nulla. In testa alla classifica come percentuale di crescita troviamo Jeep,  con 15.042 unità immatricolate, con un incremento del 161,5%, molto forte anche la variazione registrata da Porsche +91,9%, Renault con il 68,6%, Seat con il 74,5%, Volkswagen con il 46,2%. Altre case non hanno invece avuto bisogno, o hanno ritenuto di poterne fare a meno, dell’immatricolazione di nuove km 0. E’ il caso delle tedesche BMW e Mercedes, la prima che fa segnare un aumento del 6,5%, mentre la seconda è uno dei pochi marchi che ad agosto ha registrato un calo del 4,5%, anche se al proprio interno può contare su un incoraggiante +14,5% fatto registrare da Smart.

I dati concernenti i singoli paesi vedono la Germania registrare un aumento del 24,7%, la Francia del 40%, la Spagna del 48,7%, mentre a ottenere il miglior risultato è la Romania con un +112,9% seguita dalla Polonia con un +64,3% di immatricolazioni rispetto ad agosto 2017.

Condividi