Home Accade qui I favoriti della prossima Champions League

I favoriti della prossima Champions League

62

È ancora estate e a far parlare di sé sono tornei come la Coppa d’Africa e la Coppa America, ma già in quest periodo i preliminari di UEFA Champions League hanno dato il via all’edizione 2019-20 del torneo più importante e prestigioso a livello di club. La fase finale del terzo turno preliminare aprirà alla composizione totale del tabellone finale, che a sua volta permetterà di stilare il calendario della fase a gironi dopo il sorteggio di Nyon. In questo momento, dunque, le grandi squadre europee, ossia le principali candidate alla vittoria secondo i principali pronostici, vedono ancora la maggior parte dei loro calciatori in vacanza. Con l’inizio dei ritiri di preparazione della prossima stagione previsto per la prossima settimana, ecco però che i grandi club del continente affilano le lame per essere competitivi fin da subito. La Premier League sarà, come sempre, uno dei campionati più prestigiosi che inizierà per primo, anche e soprattutto per questioni climatiche. Dopo l’arrivo di Frank Lampard al Chelsea come tecnico al posto di Maurizio Sarri, il campionato inglese si appresta a una nuova stagione nella quale vi sono due grandi favorite alla prossima Champions League.
Il Liverpool, o la forza del campione

Essere campioni in carica non è solo uno status, ma anche e soprattutto un onore. Lo sanno bene Jürgen Klopp e i suoi ragazzi, meritevoli vincitori della scorsa edizione della Champions League dopo una cavalcata strepitosa nella quale si sono distinti soprattutto per la fantastica rimonta contro il Barcellona in semifinale. La squadra del Merseyside, che ha ottenuto la sua sesta coppa dei campioni di sempre, aveva già realizzato una stupenda stagione continentale l’anno prima, arrivando fino alla finale di Kiev poi persa contro il Real Madrid. L’acquisto di un portiere fenomenale come Alisson Becker e l’esplosione di un terzino come Trent Alexander-Arnold hanno reso più completa una squadra già molto capace. Non c’è da stupirsi, dunque, se i Reds sono una delle squadre con più possibilità alla vittoria del prossimo torneo d’elite europeo, come ben dimostrano le principali scommesse online con una quota di 9 il 5 luglio. La velocità di Mohammed Salah e di Sadio Mané, oltre alla solidità difensiva di Virgil Van Djik, fanno del Liverpool una corazzata capace di battere chiunque, anche se è sempre difficile ripetersi in Champions League.
La Juventus ci riprova
Mentre la Serie A prova ad imitare la Premier League con il suo “boxing day” e le partite durante il periodo natalizio, la Juventus si fa sempre più forte in patria. Come si legge sul sito Tuttosport.com, dopo aver ufficializzato gli arrivi di Adrien Rabiot e Aaron Ramsey, entrambi a costo zero, la Vecchia Signora si è notevolmente rinforzata a centrocampo, reparto importante, sebbene sia ancora alla ricerca del gran colpo, che potrebbe essere rappresentato dall’arrivo di Matthijs de Ligt, strepitoso centrale difensivo in forza all’Ajax di soli 19 anni e con davanti a sé un futuro radioso. Al di là di come andrà il calciomercato, la Juve è comunque una delle squadre più solide e attrezzate d’Europa per tentare l’assalto alla coppa dalle grandi orecchie. Dopo aver giocato due finali nel 2015 e nel 2017, i dirigenti del club bianconero hanno puntato su Maurizio Sarri per poter dare alla squadra un gioco più divertente e azzardato, che faccia divertire maggiormente i tifosi e possa essere un propellente per nuove vittorie. Con in attacco un fenomeno come Cristiano Ronaldo, il miglior marcatore di sempre della Champions League, la missione della Juve non è impossibile e magari la stagione che verrà sarà quella buona per trionfare in Europa, ventiquattro anni dopo l’ultima volta.
Il City di Guardiola
Grande delusione della stagione scorsa, con l’eliminazione ai quarti di finale per mano del Tottenham, il Manchester City di Guardiola ci proverà nuovamente a partire da settembre, facendo leva sul suo bel gioco e sui giocatori di talento che possiede. Dopo aver ufficializzato l’arrivo del centrocampista Rodri dall’Atletico Madrid, in una delle grandi operazioni economiche ormai tipiche del club mancuniano, la compagine allenata dal tecnico catalano ha aumentato il tasso tecnico in mezzo al campo, puntando così come sempre a dominare il gioco attraverso il possesso di palla. Con in attacco elementi come Bernardo Silva, Sergio Agüero, Gabriel Jesus e Leroy Sané, il City possiede quella potenza offensiva necessaria per riuscire finalmente a vincere il torneo più importante di tutti. Lo stesso Guardiola, che non vince la Champions dal 2011, quando allenava il Barcellona, sarà più che motivato a trionfare quest’anno.
La fame di Messi
Chi è rimasto molto scottato dai risultati dell’anno scorso è sicuramente Lionel Messi. Il capitano del Barcellona, che nell’ultima coppa America non è riuscito a trascinare la sua Argentina in finale, è stato molto provato dall’eliminazione dell’anno scorso in semifinale contro il Liverpool. L’argentino, dunque, proverà a realizzare un nuovo assalto al prestigioso forziere europeo nella stagione che sta per iniziare. Scarpa d’oro della stagione scorsa e uno dei principali candidati al Pallone d’oro della stagione in corso, l’argentino punterà molto sul torneo europeo fin dal prossimo settembre, sperando che i suoi compagni lo possano aiutare a vincere nuovamente questo preziosissimo trofeo collettivo. Sempre impeccabile dal punto di vista individuale quando veste di blaugrana, Messi non è riuscito però ad appagare la sua fame di vittorie, Liga a parte, durante la scorsa annata. L’anno prossimo, dunque, i suoi rivali faranno bene a tenerlo d’occhio se vorranno trionfare in Champions, il torneo che ogni calciatore sogna di vincere una o più volte.
Come analizzato, la competizione per la UEFA Champions League è sempre viva e moltissimi campioni sono pronti a darsi battaglia, sia per questioni personali che per portare la propria squadra alla vittoria della Coppa europea più ambita. A giovarne saranno sempre lo spettacolo e i tifosi, pronti a deliziarsi nuovamente con le serate europee infrasettimanali, che regalano emozioni del tutto diverse da quelle dei campionati nazionali.

Condividi