Quest’anno è RECORD di luminarie in Veneto

Un Natale questo in cui ogni città del Veneto ha fatto il possibile per rendere spettacolari le luminarie per le feste con due o tre casi da record.
Il primo caso è a TORREBELVICINO nel vicentino, dove ieri giorno della vigilia è stata accesa la STELLA COMETA tra le più grandi d’Europa.   La stella che viene accesa da 35 anni tra le cime del monte Singio e del Cengio, è lunga un chilometro e mezzo ed illuminerà fino a domani sera 26 dicembre, tutto l’alto vicentino.
Gli altri casi record sono nella provincia di Treviso, a CISON, dove c’è l’albero di Natale più grande e antico d’Italia e tra i top 10 d’Europa, mentre a SOLIGO, c’è l’abete virtuale di luci secondo per dimensioni in Italia, subito dopo quello di Gubbio.
Questo gigantesco abete di luci a FARRA DI SOLIGO, si trova adagiato sulla collina di San Gallo in mezzo ai vigneti ed è visibile dall’intera vallata.   Viene acceso ogni giorno dalle 17.00 all’una di notte, e dalle 6 alle 8 del mattino come per dare il buongiorno a tutta la Vallata. Rimarrà acceso sino al 9 gennaio.
C’è poi il secolare CEDRO a CASTELBRANDO, si tratta di un cedro del Libano di almeno 200 anni, alto 33 metri per 3 di circonferenza che domina dall’alto le mura dello storico castello dei Conti Brandolini. Per collocare sulla sua folta chioma le 600 lampadine che lo illuminano anche quest’anno sono intervenuti degli alpinisti professionisti.
Cosa non si fa per illuminare queste Feste!!!