Home Notizie Carnevale di Venezia, si inizia l’8 febbraio, 150 eventi ed un denominatore...

Carnevale di Venezia, si inizia l’8 febbraio, 150 eventi ed un denominatore comune, l’amore

230

Festività natalizie alle spalle e carnevale alle porte, se poi è quello di Venezia, uno dei più belli e desiderati al mondo non possiamo resistere dall’anticiparvi qualcosina sul programma di questa edizione.                                                                                 Il Carnevale di Venezia 2020 sarà sotto il segno dell’amore “La vita è un gioco della follia in cui il cuore ha sempre ragione” titolo tratto da una frase di Erasmo da Rotterdam.                          Tutto ruoterà intorno al tema dell’amore giocoso ed anche un po folle, per questo motivo oltre agli spettacoli della tradizione ci sarà un appuntamento nuovo e a sorpresa in piazza San Marco per il giorno di San Valentino.                                                   Il ricco calendario di appuntamenti, prevede 150 eventi, 50 iniziative per bambini e ragazzi e lo stesso numero di rassegne culturali che coinvolgeranno più di 300 artisti tra centro storico e terraferma.                                                                        Inizio ufficiale l’8 febbraio con la tradizionale “Festa sull’acqua” con uno spettacolo sulle barche lungo il Rio di Cannaregio, che aprirà le danze amorose con due rappresentazioni. Domenica 9 febbraio, si rinnoverà il corteo acqueo delle remiere, con partenza da Punta della Dogana e arrivo in Rio di Cannaregio, dove si apriranno gli stand enogastronomici con le ricette tradizionali della cucina veneziana e gran finale con l’arrivo della Pantegana. Invece in Piazza San Marco, fulcro del carnevale veneziano, domenica 16 febbraio ci sarà il volo dell’Angelo dal campanile di San Marco e domenica 23 ci sarà il volo dell’Aquila.                    Il gran finale sarà martedì 25 febbraio con il tradizionale Svolo del gonfalone del Leone di San Marco per celebrare la chiusura del Carnevale di Venezia.                                                              Un Carnevale giocato fra tradizione e innovazione che si ripromette quest’anno non solo di sorprendere, ma di dimostrare al mondo che la città ha saputo reagire con orgoglio e coesione all’acqua alta eccezionale dello scorso novembre,

Condividi