Home Accade qui A Santo Stefano e il 29/12 le ultime due giornate di serie...

A Santo Stefano e il 29/12 le ultime due giornate di serie A. Poi tre settimane di pausa

18

Per la prima volta nella sua storia anche il campionato italiano avrà il suo “boxing day”. Tradizione per i britannici, la partita di campionato di Santo Stefano è stata accolta con grandissimo favore dagli appassionati di calcio che di solito sotto le feste aspettavano come manna dal cielo la serie B. Ed invece il 2018 si conclude appunto con tutte le gare in una sola giornata. Andiamo a vedere le quote per la giornata di serie A, aperta alle 12.30 da un gustoso Frosinone – Milan. Partita che vede i rossoneri di Ringhio Gattuso favoriti con un succulento 1,66, quota ancora migliore in caso di vittoria esterna della Juventus sul campo dell’Atalanta. Quasi identica (1,77 volte la posta) la quotazione per una vittoria fuori casa della Lazio contro un non irresistibile Bologna. La più equilibrata delle sfide di Santo Stefano è quella che vede contrapposti Cagliari e Genoa. Mentre la Fiorentina (1,61) e la Sampdoria (sono date nettamente favorite contro rispettivamente Parma e Chievo Verona. Tutte le partite appena menzionata si giocheranno in contemporanea alle ore 15. Due i posticipi all’ora dell’aperitivo: Spal – Udinese e Torino Empoli mentre il big match serale è tra Inter e Napoli, con una quota per la squadra di Ancelotti (2,62) che sembra quasi uno dei regali che sotto l’albero scartano con il batticuore i bimbi la mattina del 25.
Poi il campionato, sempre in giornata unica, torna il 29/12. La partita di cartello di questa giornata, l’ultima del girone d’andata, è senz’altro Juventus – Sampdoria, che infatti apre la giornata alle ore 12.30. Con i bianconeri assolutamente favoriti, a guardare la quota che non arriva a 1,30 volte la posta. In questa gara potrebbe addirittura riposare Cristiano Ronaldo, molto utilizzato da mister Allegri in questa prima parte di campionato che ha visto la vecchia signora primeggiare, con 16 vittorie su 17 gare, praticamente un record impossibile da ritoccare.
Ben sette le partite in contemporanea alle 15; altro record di questo campionato con uno scoppiettante Lazio – Torino, gara fondamentale per le ambizioni europee delle due compagini, mentre se vuole tornare appunto nell’Europa che conta come capitò lo scorso anno, l’Atalanta è chiamata ad una super prestazione allo Mapei stadium contro il Sassuolo. Stesso dicasi per la Fiorentina, in trasferta allo stadio Marassi di Genova. Decisiva in chiave salvezza la partita del Dacia Stadium di Udine contro l’Udinese e il Cagliari. Quasi uno spareggio Chievo – Frosinone, con i veronesi alle prese con la penalizzazione che però appaiono tutt’altro che spacciati. Parma – Roma sarà una partita decisiva, e forse l’ultima in caso di mancata vittoria, per Di Francesco, allenatore dei giallorossi, raramente così bassi in classifica al giro di boa. Per nulla scontato l’esito di Empoli – Inter, con i toscani che hanno già dimostrato quest’anno di essere parecchio coriacei. Una sola la gara delle 18: Napoli – Bologna, mentre Milan – Spal chiude la giornata alle 20:30. Pochissime le chance delle due squadre emiliane di fare punti contro gli avversari, ben più quotati.

La ventesima giornata poi tornerà dopo ben 3 settimane di pausa, il 19 gennaio.

Condividi